Passa ai contenuti principali

LIKE, The first generation of artists in the net community

Marcos Alvarez - Nina Carini - Lorenzo De Angelis - Francesco Fillini - Gergely Kiss - Quentin Lefranc - Taizo Matsuyama - Charley Peters - Francesco M. Tumbiolo - Amo Vaccaria - Una mostra a cura di Francesco Fillini

12 - 26 Maggio 2018
spazio espositivo per l'arte contemporanea
iPazziFactory via Palestro 21, 56127 Pisa

Opening sabato 12 maggio h. 18:30

Quella attuale è la prima generazione di artisti che ha l’opportunità di seguire in tempo reale ciò che accade nel mondo dell’arte da un capo all’altro del pianeta. Sui profili di Instagram o di Facebook gli artisti postano i loro lavori appena terminati, talvolta rendono visibile il corso d’opera e, attraverso immagini coerenti, la loro atmosfera e il loro mondo. Gestire un profilo su un social network diventa un atto della contemporaneità. La nuova geografia della comunità artistica è virtuale e il frutto di questa osservazione globale, reciproca e immediata ci sarà offerto dagli emergenti più talentuosi e autonomi di questa gen…

Andrea Locci

















(Ita.)
Nato a Busto Arsizio nel 1970,risiede e lavora a Calci (Pisa). Da tempo  esprime la sua arte attraverso il mondo del riciclo ridando senso e vita a migliaia di oggetti che raccoglie e custodisce nel suo laboratorio. Legni usurati e tarlati,metalli arrugginiti e corrosi dal tempo,oggetti comuni rifiutati sono “Materia viva” che diventano lo sky-line dei suoi grattacieli, vecchie moke da caffè saranno i suoi robot e camere d’aria creano il volto di tribali Divinità. Le sue opere sono destinate a far sognare e a risvegliare la fantasia di chi le osserva.

(Eng.)

Born in Busto Arsizio in 1970, Andrea Locci lives and works in Calci (Pisa). For some time he has expressed his art through the world of recycling, bringing meaning and life to the thousands of objects he collects and keeps in his lab.  Worn and worm-eaten wood, rusty metals corroded by time and rejected ordinary objects are "living matter" that become the skyline of his skyscrapers.  Old coffee pots become his robots and inner tubes create the faces of tribal gods. His works are designed to make those who look at them dream and awaken their imagination.

Mostre / exibitions: 
2008- IO ROBOT- Cantiere S.Bernardo Pisa
2009-RI-GENERAZIONI-museo la Brilla, Quiesa,Lucca 
2010-RIFIUTANDO-Torre Colombara,Gorla M. Varese
2011-PERCORSI E SOSTE-padiglione Italia della 54°Biennale di Venezia
2012-Biennale di Arte Contemporanea ,Casablanca, Marocco
2013-IO ROBOT-Galleria Provinciale Art Open Space di Gorizia
2014-”RiusAmi”esposizione di arte del riciclo, Spazio Monforte,Milano
2014-IFITRY-artisti tra Italia e Marocco, Centro SMS Pisa
2014-IO ROBOT-Fondazione Spazio Tadini, Milano
2014-IO ROBOT-START LIVORNO-70m2, studio architettura Livorno
2014-WONDERWALLS-International Art Exhibition-Fabbrica del Vapore Milano
2015-PAMARTE-Passo San Boldo(TV)
2016-L’ULTIMA FRONTIERA- ACLI Toniolo -Calci
2016-IMAGO MUNDI-”Forme di un passato futuro”-Pisa
2017-ROBOOK-libreria Roma-Pontedera
2017-ROCK’n’ROLL ROBOTS-ArtInsolite-Lajatico
2017-CREATIVAMENTE KIDS-Festivaldellamente-Sarzana
2017-IMMAGINARIO ROBOT-Palazzo Lanfranchi-Pisa
2017-”GRUNF, il Dio Robot”-installazione-Logge dei Banchi-Pisa